lunedì 18 ottobre 2010

Timorasso spumante brut Chiaror sul Masso '08, Cascina i Carpini.

Tasting panel
a cura di Paolo Carlo Ghislandi dell'azienda Cascina i Carpini
www.cascinacarpini.it
e di Andrea Petrini autore del blog Percorsi di Vino
percorsidivino.blogspot.com 

Cinquanta bottiglie messe a disposizione di wine blogger, food blogger, professionisti della comunicazione e appassionati, che si sono impegnati ad elaborare una scheda degustazione on line.
Due gli obiettivi di fondo:
promozione e visibilità aziendale,
interazione produttore/consumatore.
Spumante brut Chiaror sul Masso 2008 - alcool 13 %.
Limpido, giallo paglierino scarico, perlage di grana fine abbastanza persistente.
Attacco olfattivo piuttosto timido, giocato sulla finezza: nota delicata di frutta fresca e mineralità in sottofondo.
Al gusto rivela meglio la sua fisionomia: nel fresco e setoso perlage, assumono ruolo di protagonista sensazioni fruttate e mela golden.
Palato avvolgente per alcool, residuo glicerico, mineralità, che indirizzano su toni caldi e morbidi.
Finale sapido, amaricante, di buona persistenza.
Abbinamento: cefali al forno con patate
rivelatosi inadatto
Più correttamente, andrebbe utilizzato come vino d'entreè:
antipasti di pesce, fritture o anche come aperitivo.
Ottenuto da uve Timorasso:
vitigno autoctono piemontese che ha trovato l'habitat ideale in una zona compresa tra il Monferrato e l'Oltrepò Pavese.
Nel secolo scorso fu abbandonato dai viticoltori perchè poco produttivo.
Fu poi riscoperto verso la metà degli anni ottanta.
Ad oggi può essere annoverato tra le produzioni italiane di nicchia, in quanto la superficie complessiva vitata a Timorasso è di 50 ettari circa.

Scheda tecnica Chiaror sul Masso:
Chiaror sul Masso è un Vino Bianco Spumante Brut da uve Timorasso della vendemmia 2008 e sviluppa un tenore alcolico del 13% Vol.
L’uva è stata vendemmiata in due tempi, la prima parte a fine agosto, la seconda a fine settembre 2008.
Entrambe le masse hanno subito estrazione a freddo (prefermentativa) per circa 48 ore in vasche di acciaio a temperatura controllata.
La fermentazione è partita spontaneamente a bassa temperatura ed ha proseguito per circa 3 settimane lentamente.
Permanenza sur lies fino aprile 2009 quando poi il vino si è chiarificato per sedimentazione.
La rifermentazione ha proceduto per circa un mese in autoclave secondo il metodo Martinotti lungo, al termine del quale si è proceduto a microfiltrazione in acciaio alla fine di agosto 2010.
Chiaror Sul Masso è stato imbottigliato il 28.08.2010 e ne sono state prodotte 3680 Bottiglie.

2 commenti:

  1. ho appena bevuto questo il venerdi scorso è sono daccordo! era buonissimo! complimenti a Paolo!

    RispondiElimina
  2. Grazie Rinaldo per il post, a vedere quel pesce al forno mi viene fame anche ora che sono le 8 di mattina

    RispondiElimina