martedì 1 dicembre 2015

Degustazioni Calici d'Arte 2015, Montecosaro

Calici d'Arte è una manifestazione che abbina cultura ed enogastronomia.
La terza edizione organizzata da Pro Loco Montecosaro e Centro d'Arte e Cultura Verum, si è svolta il 28 e 29 novembre 2015 nel Palazzo Comunale di Montecosaro (Mc) nella regione Marche ed ha abbinato alla mostra collettiva d'arte figurativa di 50 artisti, l'esposizione di oggetti d'antiquariato e la degustazione vini di una dozzina di aziende vinicole del territorio.
Pur non avendo tralasciato del tutto gli aspetti artistici, la nostra attenzione è stata come ovvio catturata dall'ambito più strettamente enoico.
Le numerose degustazioni effettuate, ci hanno consentito di avere un quadro generale delle produzioni e in qualche modo confortato per quanto riguarda gli standard qualitativi.
Qui di seguito alcune delle etichette che ci sono piaciute.
Colli Maceratesi Doc Ribona '14 - alcool 12% - circa € 7
Conti degli Azzoni
web: http://www.degliazzoni.it/
Ottenuto da uva Maceratino o Ribona, si presenta giallo paglierino cristallino.
Bouquet di profumi intenso, intrigante, su toni agrumati, iodati, sfumature vegetali di foglia di pomodoro, mineralità.
In bocca l'attacco è morbido, le sensazioni indirizzano verso frutto fresco, ananas, accenni esotici e ammandorlati.
Abbinamento su cucina di mare, spaghetti alle vongole, canocchie bollite.
Marche Igt Incrocio Bruni 54 '14 - alcool 13,5% - circa € 10
Viticoltori Finocchi
web: http://www.viticoltorifinocchi.it/
Ottenuto da Incrocio Bruni 54 (innesto di Verdicchio x Sauvignon), uva delicata, di maturazione precoce, soggetta a facili ossidazioni, che qui pare aver trovato il contesto pedoclimatico adatto, sia per esposizione che per altura a circa 430 metri sul livello del mare, per esprimersi al meglio anche nelle annate sfavorevoli dal punto di vista meteo, come ad esempio può essere stata la 2014.
In questo caso la raccolta delle uve in due o tre passaggi, ha consentito di alleviare le criticità vendemmiali d'annata e mantenere inalterati gli standard qualitativi eccellenti già riscontrati nelle precedenti edizioni.
Si presenta alla vista giallo paglierino limpido con sfumature verdi.
Al naso emergono i toni del fiore e del frutto, la pera, i sentori vegetali e varietali dell'uva Sauvignon.
In bocca il quadro appare ben bilanciato tra caratteri freschi e morbidezza; anche qui i descrittori indirizzano su floreale, pomacea, mela golden, polpa d'agrume.
Abbinamento su antipasti di pesce, seppie con piselli, carpaccio di polipo.
Marche bianco Igt '14 Fonte Pù - alcool 12% - circa € 7
Azienda Agricola Castignani
web: https://castignani.wordpress.com/about/
Azienda Agricola di Montecosaro (Mc), estesa su 70 ettari di cui appena 3 coltivati a vigneto, per una produzione destinata prevalentemente al vino sfuso.
Da quest'anno propone due etichette in bottiglia, di cui una a base Sangiovese e l'altra da uve a bacca bianca.
Abbiamo testato il Fonte Pù, ottenuto da un blend di Verdicchio e Trebbiano.
Vinificato "all'antica", seguendo la tradizione tramandatasi di padre in figlio, è stato fatto fermentare in grandi botti di legno, con successivo affinamento in acciaio e bottiglia.
Si presenta giallo paglierino limpido alla vista.
L'approccio olfattivo svela l'impronta autentica, oserei dire rurale, che poi tornerà anche al gusto.
I toni sono quelli del frutto maturo, del frutto a guscio, d'erbette aromatiche: nocciola, caramella mou, accenni agrumati, pino mugo.
Quadro gustativo equilibrato, caratterizzato dalla combinazione di note amaricanti e nerbo citrino.
Può a mio parere essere abbinato sia su cucina di mare, frittura e pesce al forno, che su piatti di tradizione contadina come ad esempio maccheroncini di Campofilone al ragù di carne, pasta e ceci, olive all'ascolana.
Marche rosso Igt '10 Boffo - alcool 13,5% - circa € 12
Cantine D'Ercoli
web: http://www.cantinedercoli.it/
Conoscevamo Cantine D'Ercoli per l'affidabilità dei vini bianchi da uve Passerina e Pecorino; aggiungiamo un ulteriore tassello alla già buona considerazione che avevamo di quest'azienda di Cossignano (AP), dopo aver assaggiato Boffo '10 ottenuto da uve Montepulciano e Cabernet Sauvignon.
Fermentato in acciaio, maturato 4 mesi in tonneaux e successivo affinamento di due anni in bottiglia, si presenta alla vista di color rosso rubino tendente al granato, cupo e impenetrabile.
Quadro olfattivo intrigante, contraddistinto da un'impronta più che matura, laddove il frutto nero tende ad abdicare in favore di sensazioni terziarie, cuoio, sottobosco, persino sentori idrocarburici.
La complessità olfattiva crea l'aspettativa nella successiva fase, che viene in parte realizzata.
In sostanza all'esame gustativo il quadro mantiene spessore, ma i toni paiono meno severi e tornano in evidenza note più fresche d'amarena, lampone, frutto in confettura.
Vino convincente, in considerazione soprattutto del favorevole rapporto qualità/prezzo.
Abbinamento su arista di maiale con cardo gobbo al forno.
Marche rosso Igt '10 Vidacilius - alcool 14,5% - circa € 12
Lumavite
web: www.lumavite.it
Assoluta eccellenza su tutta la gamma per questa piccola azienda della provincia di Fermo http://cantina-lumavite-rapagnano-fm.html
L'ennesima conferma arriva da questo blend di uve Montepulciano con saldo Sangiovese e Syrah vinificate separatamente, maturato in legni di 2°-3°-4° passaggio per almeno un anno e successivo affinamento in bottiglia per altri due anni.
Si presenta alla vista di color rosso rubino cupo, con riflessi porpora.
Naso giocato su frutto nero maturo, cuoio, humus, noce moscata.
In bocca si conferma in pieno, coniugando struttura, freschezza, spessore tannico.
I descrittori spaziano dalle note vegetali a quelle speziate, dai fondi di caffè a ricordi di mora e mirtillo.
Mi pare di poter dire che ci troviamo di fronte ad un'annata particolarmente riuscita.
Io lo vedo abbinato giusto, su gran bollito di carne con verdure di stagione.
Marche rosso Igt '11 Passatempo - alcool 14,5% - circa € 18
Conti degli Azzoni
web: http://www.degliazzoni.it/
Ottenuto da uva Montepulciano in purezza, fermentato in acciaio, affinato 18 mesi in barrique e successivi quasi 2 anni in bottiglia, si presenta alla vista di color rosso granato scuro, impenetrabile.
Naso intenso, complesso, su toni di frutto nero macerato, liquirizia, sottofondo erbaceo e cuoio.
Gusto pieno, contraddistinto dalle note varietali di marasca sotto spirito, dalle avvolgenze vanigliate del legno piccolo e dalla carica glicerica; poi spezie dolci, mineralità, accenni cioccolatosi in chiusura.
Tenore alcolico, tannino levigato e frutto stramaturo, allestiscono un quadro, ampio, ricco di polisaccaridi, sbilanciato sui toni morbidi.
Vino di spessore, in abbinamento su selvaggina, formaggi stagionati, costine d'agnello alla brace.

Nessun commento:

Posta un commento