domenica 3 maggio 2015

Cabernet Sauvignon Serrone '09, italian pasta con sugo d'anatra.

Penne al sugo di papera e vino abbinamento
Il piatto è stato realizzato seguendo la ricetta dello Chef Daniele Citeroni
dell'Osteria Ophis di Offida (AP) 
Penne al sugo di papera
Ingredienti per 4 persone:
500g. penne
1/4 di anatra a pezzettini
500g. pomodori pelati
1 carota
1 cipolla piccola
2 coste sedano
4 cucchiai olio extravergine di oliva
1 bicchiere di vino Rosso Piceno Superiore
150g. formaggio pecorino grattugiato
sale
pepe.

Rosolare i pezzi d'anatra con le verdure lavate e tritate grossolanamente nell'olio con sale e pepe.
Bagnare con il vino e stufare per 15 minuti facendo evaporare l'alcool del vino.
Unire i pelati passati al setaccio continuando la cottura per almeno un'ora, aggiustando di sale e pepe.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e saltarla nella salsa.
Servire il piatto caldo con una manciata abbondante di formaggio pecorino.
web: www.osteriaophis.com
Vino abbinato:
Marche rosso igt '09 Serrone - alcool 13,5% - circa € 15
Azienda Agricola Biologica Terra Fageto
via Valdaso 52, Pedaso (Fm)
web: www.terrafageto.it
Ottenuto da tipico uvaggio bordolese di uva Cabernet Sauvignon e saldo Merlot, si presenta alla vista rosso rubino molto scuro e profondo.
Al naso impattano profumi speziati, pepe, frutto maturo, ciliegia in confettura.
In bocca è sapido.
I toni sono indirizzati sul vegetale, sullo speziato; in questa fase meno protagonista è il frutto nero.
Il quadro gustativo è rotondo, oserei dire vellutato e fine, seppur non lunghissimo in fase di chiusura.
Per quanto riguarda l'abbinamento cibo-vino io tenderei ad un'applicazione elastica del concetto, tenuto conto del fatto che un vino può incontrare delle difficoltà d'abbinamento maggiori o minori in relazione alla varietà degli ingredienti utilizzati nella ricetta di cucina.
Si può cioè verificare che un vino riesca ad abbinarsi bene in contrapposizione su alcuni caratteri del piatto, ma riesca meno bene su altri.
Nel caso di specie ad esempio, la grassezza del piatto trova adeguata contrapposizione nella sapidità del vino, mentre l'untuosità del condimento non trova adeguata freschezza e tannino a contrasto.
D'altro canto, questo vino di spessore, tende a sovrastare il piatto per ciò che concerne la persistenza gustativa.
In poche parole, l'abbinamento non è apparso ideale: questo vino sarebbe stato certamente più adatto su anatra al forno.
Ovviamente la questione dell'abbinamento cibo-vino è altro, rispetto alla qualità oggettiva, la quale può essere, come in questo caso, di tutto rispetto.
post correlato:

1 commento:

  1. Grazie per i consigli, visiteremo il luogo Manola

    RispondiElimina