domenica 14 aprile 2013

Vinitaly 2013, Puglia.

Gianfranco Fino, Lama (TA)
Vinitaly 2013 flagellato dal maltempo.
Pioggia e temperature rigide hanno caratterizzato quest'ultima edizione, ma non limitato l'afflusso consueto di visitatori (...circa un'ora di attesa in fila all'entrata Cangrande, nella domenica inaugurale!).
Per quanto mi riguarda, tre giornate intense, quelle di domenica 7, lunedì 8 e martedì 9 aprile, dedicate agli incontri con i produttori e a degustazioni mirate.
Tenute Chiaromonte Nicola, Acquaviva delle Fonti (BA)
Prima giornata presso il padiglione Puglia, con l'obiettivo d'interpretare non tanto la risposta dei terroir e le loro diverse sfumature, quanto di fissare i caratteri varietali delle uve locali più diffuse, percepirne il potenziale e fare una valutazione di massima dello standard qualitativo.
Cantele, Guagnano (LE)
Impressione sostanzialmente positiva, sia per il livello medio dei vini, che per l'intento manifestato dai produttori, di dare un'impronta identitaria alla produzione regionale, attraverso la valorizzazione dell'autoctono.
Tenute Rubino, Brindisi
In particolare buona impressione da vini ottenuti da uve Bombino bianco, Susumaniello, Nero di Troia e i classici Primitivo e Negroamaro.
Pirro Varone, Manduria (TA)
Ovviamente ruolo di primo piano per gli eccellenti rosati, come da tradizione.
Salento igt Negroamaro Girofle '12 di Azienda Monaci, Copertino (LE)
Salento igt Rosa del Golfo '12 di Rosa del Golfo, Alezio (LE)
Salento igt rosato Metiusco '12 di Palamà, Cutrofiano (LE)
Salento igt Five Roses '12 di Leone de Castris, Salice Salentino (LE)
Brindisi rosato doc Vigna Flaminio '12 di Agricole Vallone, Lecce
Una cinquantina le degustazioni fatte.
Note di merito per alcuni vini rossi in particolare:
Salento igt Torretesta rosso '10 da uva Susumaniello affinato in barrique, di Tenute Rubino.
Salento igt Primitivo Visellio '10, di Tenute Rubino.
Primitivo di Manduria doc Casa Vecchia '09, di Pirro Varone.
Primitivo di Manduria doc Riserva '09, di Pirro Varone.
Negroamaro igt Teresa Manara '10, di Cantele.
Aglianico Castel del Monte doc Bocca di Lupo '07, di Tormaresca.
Nero di Troia Castel del Monte doc Puer Apuliae '07, di Rivera.
Primitivo Gioia del Colle doc Chiaromonte riserva '07 da vigneti di oltre 80 anni, di Tenute Chiaromonte.
Salice Salentino rosso doc Selvarossa riserva '09,
Salento igt Negroamaro Canonico '11,
di Cantina due Palme, Cellino S. Marco (BR)
Salento igt Le Braci '06 di Azienda Monaci, Copertino (LE)
Leverano doc Riserva '08 di Cantina Sociale Vecchia Torre, Leverano (LE)
Nero di Troia igt Gelso Nero '11,
Nero di Troia Gelso D'Oro '11,
di Podere 29, Borgo Tressanti (FG)
Salento rosso igt Patriglione '07 di Cosimo Taurino, Guagnano (LE)
Graticciaia '08 di Agricole Vallone, Lecce
Nero di Troia Castel del Monte docg Ottagono '11 (anteprima del vino che uscirà nel 2014)
di Torrevento, Corato (BA)
Nero di Troia Castel del Monte doc Puer Apuliae '07 di Rivera, Andria (BT)
Nero di Troia Puglia igt Otre '10 di Cantine Teanum, San Severo (FG)
Salice Salentino doc riserva Donna Lisa '09 di Leone de Castris, Salice Salentino (LE)
Gioia del Colle doc Primitivo 17 vigneto Montovella '09 di Polvanera, Gioia del Colle (BA)

Cantina Rivera e il Nero di Troia

Post correlati:

http://vinidiconfine.blogspot.it/2013/04/vinitaly-2013-vivit.html

http://vinidiconfine.blogspot.it/2013/04/vinitaly-2013-immagini-dagli-stands_21.html

Nessun commento:

Posta un commento